Pidocchi, un antipatico compagno di scuola

Pediculosi = Pidocchi, un aticpatico compagno di scuola che puntualmente ogni anno torna a farsi vivo. Vediamo come prevenire i pidocchi e quali rimedi vengono consigliati dai nostri medici farmacisti.


Che cosa è la pedeculosi?

È un’infestazione causata dalla presenza di pidocchi, piccoli insetti grigi e biancastri senza ali, con il corpo appiattito e le zampe a uncino che permettono loro di attaccarsi fortemente a capelli e peli. I pidocchi agiscono come parassiti e si nutrono del nostro sangue grazie al loro apparato buccale, depositando un liquido che causa intenso prurito. A causare la maggior parte delle infestazioni è il Pediculus humanus capitis, o pidocchio del capo, che si ritrova sulla testa di bambini e adulti, in particolare nella zona della nuca e dietro le orecchie


Come si presenta?

Il ciclo vitale del pidocchio dura circa un mese: l’uovo (lendine) traslucido, di colore chiaro e di forma allungata, si schiude e dà origine alle ninfe, piccole e rossastre. La ninfa esce dall’uovo e, attraverso 3 stadi di maturazione (mute), si trasforma in pidocchio adulto. La femmina del pidocchio vive 3 settimane e depone circa 300 uova che maturano e si schiudono in 7 giorni, alla temperatura ottimale di 32° C.

 

COME EVITARE LA PEDICOLOSI, POCHI MA UTILI CONSIGLI

Educa i bambini a evitare lo scambio di oggetti personali quali pettini, cappelli, sciarpe, fermagli per capelli, asciugamani…

Utilizzare un prodotto preventivo antipediculosi per ottenere un “effetto barriera” che impedisce alle lendini di ancorarsi al capello.

Effettua settimanalmente una accurata ispezione del capo, in particolare sulla nuca e dietro le orecchie

 

Come si diffondono?

La loro proliferazione, al contrario di quanto si pensi,  non dipende dall’igiene personale ma piuttosto dalla promiscuità. Per questo i luoghi più a rischio sono sicuramente la scuola, ma anche palestre, spogliatoi, colonie estive, bagni in comune. In generale tutti quei posti in cui è più frequente il contatto fisico o lo scambio di oggetti personali come asciugamani, cappelli, pettini, cuscini ecc.


Cosa fare quando si è infestati?
È opportuno trattare i capelli con ilprodotto più adatto alla vostra esigenza.

Esistono diverse soluzioni per il trattamento della pediculosi tra polveri, shampoo, gel, creme. Tra le sostanze più usate ci sono il malathion e la permetrina o, in caso di reazioni allergiche a quest’ultima, le piretrine naturali.


Quale usare?

Per una risposta sicura, vieni in farmacia. Ti aiuteremo a scegliere il prodotto ideale.


Qualunque sia la scelta, ricorda che:

  • Dopo il trattamento i capelli devono essere lavati con uno shampoo e pettinati con un pettine a denti fitti per asportare le uova e ipidocchi morti.

  • Il trattamento va ripetuto dopo 8 giorni, il tempo necessario affinché le uova si schiudano.

  • Lenzuola e abiti devono essere disinfettati.

  • Basta lavarli in acqua calda o a secco, oppure lasciarli all’aria aperta per 48 ore. Questo perché i pidocchi non sopravvivono a lungo lontani dall’ospite.

  • Anche gli oggetti personali come ad esempio pettini, peluches o spazzole vanno lavati e disinfettati accuratamente.